I droni al servizio dell'agricoltura

Si tratta di una strategia gestionale dell’agricoltura, che si avvale di moderne strumentazioni ed √® mirata all’esecuzione di interventi agronomici, tenendo conto delle effettive esigenze colturali e delle caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo.

Sul campo prevede l’effettuazione di voli mediante APR (drone per uso lavorativo, riconosciuto ENAC) dotato di sensori multispettrali e termici abbinati, che in fase di restituzione dei dati potranno fornire informazioni di fondamentale importanza per comprendere la situazione di salute colturale della campagna analizzata. Questo con l’obiettivo di intraprendere azioni correttive in modo mirato e tempestivo. O semplicemente, con l’obiettivo di monitorare periodicamente l’evoluzione delle colture.